A: Morgan Johansson, Ministro della giustizia svedese

Un giovane gay nigeriano sta per essere espulso dalla Svezia perché le autorità hanno dichiarato che non ha potuto "provare" la sua omosessualità.

Questo non è un caso isolato. Molte persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali subiscono lo stesso trattamento dalle autorità svedesi.

La esortiamo a fermare l'espulsione di Franco e a implementare al più presto delle procedure più umane e una formazione adatta per il personale dell’immigrazione che lavora sui casi di richiedenti asilo LGBT.

Questa campagna è terminata.

Seguici su Facebook e Twitter per scoprire le nostre nuove campagne per l'amore e l'eguaglianza.

Aggiornamento del 27 febbraio 2017: All Out ha consegnato la petizione al ministro svedese della Giustizia e della Migrazione, Morgan Johansson, il 24 febbraio 2017. Il Ministro, non ha ancora preso una decisione definitiva. Continueremo a monitorare la situazione per essere pronti ad agire quando sarà necessario.

-------------

Franco sta per essere espulso dalla Svezia perché "non è abbastanza gay".

Dopo essere stato brutalmente aggredito da una folla di omofobi a casa sua, è fuggito dalla Nigeria. Il suo fidanzato è rimasto ucciso durante l'aggressione.

Ora, le autorità dell’immigrazione svedese vogliono rispedirlo indietro, mettendo la sua vita in pericolo, perché non è riuscito a "provare" la sua omosessualità.

Non possiamo accettare che il Ministro della giustizia svedese rimanga in silenzio mentre le persone LGBT vengono rispedite indietro, in situazioni di pericolo imminente, perché non sono "abbastanza gay" per ricevere asilo. Se agiamo subito a favore di Franco, potremmo risparmiare ai futuri richiedenti asilo LGBT come lui un'esperienza così umiliante.

Pubblicato il 30 gennaio 2017, in collaborazione con la Federazione svedese per i diritti di lesbiche, gay, bisessuali, transgender e queer.

Questa è una campagna di All Out Action Fund, un'organizzazione non a scopo di lucro di tipo 501(c)(4).