Obiettivo

20,000

firme

0

A: Pravind Jugnauth, Primo ministro di Mauritius

La parata del Pride a Mauritius è stata annullata dopo che una folla armata di omofobi si è presentata alla marcia minacciando di fare del male ai partecipanti.

In seguito, gli organizzatori del Pride di Mauritius hanno ricevuto decine di minacce, tra cui minacce di morte.

La esorto a denunciare pubblicamente questa aggressione e a impegnarsi per garantire la sicurezza del Pride di Mauritius.

Vuoi sapere se abbiamo vinto questa campagna?

Per via delle nuove regole europee, possiamo farvi sapere se il Primo ministro deciderà di garantire la sicurezza del Pride solo se acconsenti di ricevere delle email da parte nostra.

Quindi, possiamo inviarti delle e-mail su questa e altre campagne urgenti relative ai diritti LGBT+?

Sei sicuro/a? Selezionando “No”, non riceverai alcuna informazione sulla petizione che hai appena firmato. Se selezioni “Sì”, continueremo a tenerti informato/a su questa e altre campagne urgenti. Puoi annullare la tua iscrizione in qualsiasi momento. Se selezioni “No”, non riceverai altre e-mail e registreremo i tuoi dati solo per questa petizione.

Vari Pride stanno avendo luogo nelle città di tutto il mondo. Si scende in piazza per celebrare la visibilità della comunità LGBT+.

Ma non tutti possono permettersi il Pride. A Mauritius, una folla di omofobi armati si è presentata durante la marcia, minacciando i partecipanti e ostacolando la parata fino a quando l'evento è stato annullato.

A Mauritius le relazioni same-sex sono illegali, per questo celebrare il Pride è ancora più importante. Ma ora molte persone sono spaventate e temono per la propria sicurezza al punto di voler rinunciare. Se le autorità non prendono posizione, questo potrebbe essere un colpo fatale per il Pride di Mauritius.

Firma la petizione per chiedere al Primo ministro di garantire la sicurezza del Pride di Mauritius.

Questa campagna è stata condotta in collaborazione con il Collectif Arc-en-Ciel.

Pubblicato il 12 giugno 2018 

Questa è una campagna di All Out Action Fund, un'organizzazione non a scopo di lucro di tipo 501(c)(4).