Egitto: stop alla caccia anti-LGBT

A settembre, alcuni cittadini egiziani hanno sventolato delle bandiere arcobaleno a un concerto al Cairo. Questo fatto ha scatenato una persecuzione contro le persone che le autorità sospettano di appartenere alla comunità LGBT. Finora, sono state arrestate almeno 59 persone solo perché sospettate di essere LGBT.

Vogliamo ricordare allo Stato egiziano la sua responsabilità di proteggere i cittadini e di garantire la loro libertà di espressione e di parola.

Questa campagna è terminata.

Seguici su Facebook e Twitter per scoprire le nostre nuove campagne per l'amore e l'eguaglianza.

Aggiornamento – 6 novembre 2017: Oggi abbiamo consegnato le firme al Ministro dell'Interno egiziano, Magdy Abdel Ghaffar, ma la lotta non è ancora conclusa. Continueremo a sostenere i nostri partners e a monitorare la situazione con loro.

---------------------

In Egitto, sono state arrestate almeno 59 persone solo perché qualcuno ha sventolato una bandiera arcobaleno.

La persecuzione è iniziata due settimane fa, quando sono state pubblicate sui social media alcune immagini di un concerto al Cairo, dove si vede qualcuno ballare sventolando una bandiera arcobaleno. La polizia ha dichiarato che le persone arrestate erano “omosessuali che sventolavano la bandiera LGBT e incoraggiavano la pratica di atti immorali.”

Molti di loro sono stati sottoposti a un processo veloce e condannati a sei anni di carcere. In questi giorni stanno facendo appello contro le sentenze, e abbiamo bisogno di tutto il sostegno possibile per dimostrare alle autorità egiziane che i colori dell'arcobaleno non sono una vergogna. Per questo motivo, attivisti dell’Egitto, del Medio Oriente e del Nord Africa hanno iniziato questa petizione con All Out.

Per favore, unisciti a noi e chiedi alle autorità egiziane di proteggere i loro cittadini, invece di perseguitarli.

Questa campagna è stata condotta in collaborazione con attivisti dell’Egitto, del Medio Oriente e del Nord Africa, che preferiscono restare anonimi per motivi di sicurezza.

Pubblicato il 7 ottobre 2017

Questa è una campagna di All Out Action Fund, un'organizzazione non a scopo di lucro di tipo 501(c)(4).