A: La Corte suprema brasiliana

Tra meno di una settimana, la Corte suprema deciderà se il Congresso debba approvare una legge per proteggere le persone LGBT+ in Brasile dalla discriminazione e se l’orientamento sessuale e l’identità di genere debbano essere inclusi in una legge già in vigore che vieta la discriminazione per motivi di razza, origine etnica, nazionalità o religione.

Vi esortiamo a sostenere le persone LGBT+ in Brasile, come già avete fatto più volte in passato, per proteggerle dall’odio e dalla violenza.

Questa campagna è terminata.

Seguici su Facebook e Twitter per scoprire le nostre nuove campagne per l'amore e l'eguaglianza.

Aggiornamento – 13 giugno 2019: VITTORIA! Il processo si è concluso oggi e la Corte Suprema del Brasile ha deciso, a maggioranza, che le persone LGBT+ devono essere protette dalla legge contro le discriminazioni. La Corte ha stabilito che il Congresso brasiliano deve approvare una nuova legge (o modificare quella esistente) per garantire la protezione delle persone LGBT+. Nel frattempo, le persone LGBT+ saranno protette dalla stessa legge che protegge i brasiliani dal razzismo, dall’intolleranza religiosa e dalla xenofobia.

-----------------------------

Aggiornamento – 23 maggio 2019: Grandi notizie: la Corte Suprema ha raggiunto una posizione maggioritaria a favore della criminalizzazione delle discriminazioni contro le persone LGBT+ in Brasile. Le votazioni non sono ancra concluse, ma la maggioranza è chiara. L’udienza riprenderà il 13 giugno e noi ci saremo!

-----------------------------

L’anno scorso, Jair Bolsonaro, uno dei peggiori omofobi del Paese, è stato eletto presidente del Brasile.

Da allora, gli episodi di discriminazione e i crimini d’odio contro le persone LGBT+ sono aumentati.
E non c’è alcun segnale che faccia sperare in un miglioramento della situazione a breve; al contrario, il Presidente brasiliano ha dichiarato davanti alle telecamere che i "[gay] non saranno mai lasciati in pace. Inoltre ho l’immunità per poter affermare che: sono omofobo e fiero di esserlo.”

Ma ora c'è una grande opportunità per contrastare questo odio nei confronti delle persone LGBT+ in Brasile.

Tra meno di una settimana, la Corte suprema del Brasile deciderà se la discriminazione contro le persone LGBT+ debba essere considerata un crimine. All Out sta mobilitando tutte le persone, dentro e fuori il Brasile, per fare pressione sulla Corte suprema affinché prenda la decisione giusta.

Vuoi firmare la petizione di All Out Brasile per chiedere alla Corte suprema di proteggere i brasiliani LGBT+?

Questa campagna è stata condotta in collaborazione con ABGLTGADvSBeta.

Pubblicato il 17 maggio 2019

Questa è una campagna di All Out Action Fund, un'organizzazione non a scopo di lucro di tipo 501(c)(4).